Memoria

ANTERLUX appoggia l’iniziativa della nuova Associazione- Onlus Antonio Giaffreda di Firenze impegnata a “sostenere progetti di carattere umanitario non lucrativo che riguardano il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni svantaggiate nazionali ed internazionali, con particolare attenzione alle iniziative riguardanti l’assistenza sanitaria e l’istruzione”

http://issuu.com/mefsrl/docs/mef_magazine_28_digital

Uno dei primi progetti su cui si concentrerà l’attività della nuova associazione, sarà la realizzazione di un consultorio medico, nella periferia di Cochabamba  –  “Barrio Primero de Mayo”, zona in cui ANTERLUX ha operato altre volte.

 

Tra i principali progetti di Anterlux:

S.A.I.S. (Italia-Scutari)

Il progetto si propone quindi di realizzare un laboratorio di analisi chimiche e microbiologiche, con personale formato in Italia e seguito costantemente anche dopo la formazione. L’acqua contaminata e migliorare le condizioni igienico-sanitarie, in contemporanea salvaguardare l’ambiente e le risorse idriche di Scutari. Intendiamo diffondere la cultura e l’informazione dell’elemento acqua riconoscendo in essa un valore di alta criticità per la diffusione di tossinfezioni, se non correttamente controllata. L’istituto di analisi e ricerche Labor Chimica, del guppo Labor (www.gruppolabor.com), di cui anche noi facciamo parte, ha ottenuto il finanziamento per perseguire l’obiettivo del progetto.

Ciak@WEB si gira ..la vita.

Il progetto vuole far riscoprire ai giovani l’importanza della comunicazione nei rapporti interpersonali attraverso lo sviluppo di forme di comunicazione ed informazione attente al dialogo interculturale come lo scambio fra due gruppi di ragazzi, uno italiano e uno della Bolivia attraverso lo strumento Internet e l’arte. Lo scambio culturale è uno dei più significativi strumenti di promozione nei giovani di una specifica attenzione e conoscenza nei confronti di stili di vita, valori, culture di altri popoli, in tutte le esperienze di incontro tra culture diverse vengono abbattute le frontiere che si frappongono tra le varie culture. Crediamo che gesti concreti messi in mano alle nuove generazioni siano in grado di trasformare lentamente il mondo incidendo profondamente sulle istituzioni sociali diventando il mezzo per il dialogo multidisciplinare che affronta trasversalmente tematiche sociali, religiose, scientifiche, antropologiche.

Bolivia

Il progetto intende sviluppare una simbiosi con donne, uomini, giovani, bambini in questa zona periferica della Bolivia, per aiutarli nella tutela della salute, nella prima alfabetizzazione, nel recupero della loro autostima. L’impegno verte anche a creare nuovi ambiti lavorativi per soddisfare i bisogni primari, superando il concetto di assistenzialismo. Per catalizzare il processo intendiamo consolidare l’utilizzo della medicina fitoterapica, associata alla ricerca scientifica e raggiungere con la coltivazione di erbe officinali una economia di scambio ed una prosperità da restituire al sociale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *